Resto al Sud

INVITALIA. Resto al sud. Contributo a fondo perduto fino al 50% e finanziamento a tasso agevolato fino al 50% per la nascita ed il consolidamento di nuove imprese da parte di giovani imprenditori.

La presente Misura, denominata “Resto al Sud”, si pone l’obiettivo di promuovere la costituzione di nuove imprese nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, da parte di giovani imprenditori. Sono finanziati i progetti imprenditoriali relativi alla produzione di beni e servizi nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e del turismo, nonché la fornitura di servizi alle imprese e alle persone, ivi incluse le attività libero professionali.

Soggetti beneficiari

Le agevolazioni sono rivolte agli under 55 che:

  1. siano residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia al momento della presentazione della domanda o vi trasferiscano la residenza entro sessanta giorni, o entro centoventi se residenti all’estero,  dalla comunicazione del positivo esito dell’istruttoria;
  2. non siano titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato;
  3. non risultino già titolari di attività di impresa in esercizio alla data del 21 giugno 2017;
  4. non risultino beneficiari, nell’ultimo triennio, a decorrere dalla data di presentazione della domanda, di ulteriori misure a livello nazionale a favore dell’autoimprenditorialità;
  5. (solo per i liberi professionisti): non risultano titolari di partita IVA , nei dodici mesi antecedenti alla presentazione della domanda, per lo svolgimento di un’attività analoga a quella per cui chiedono le agevolazioni.

Possono presentare domanda di ammissione alle agevolazioni anche i soggetti non ancora costituiti, purché si costituiscano entro sessanta giorni, o entro centoventi giorni in caso di residenza all’estero, dalla data di comunicazione del positivo esito dell’istruttoria, nelle seguenti forme giuridiche:

  • impresa individuale;
  • società, ivi incluse le società cooperative.

In caso di società, già costituite o ancora da costituire, la maggioranza numerica e di quote deve essere detenuta da soggetti in possesso dei requisiti di accesso sopra elencati; possono, quindi, accedere alle agevolazioni anche soggetti non in possesso dei predetti requisiti, purché in minoranza e non legati da vincolo di parentela con uno o più dei soggetti in possesso dei requisiti di accesso.

I soggetti in possesso dei requisiti di accesso non potranno essere assunti a tempo indeterminato e dovranno mantenere la residenza nelle regioni indicate per tutta la durata del finanziamento.

Tipologia di spese ammissibili

Sono ammissibili ad agevolazione le seguenti spese:

  1. realizzazione di opere edili relative a interventi di ristrutturazione e/o manutenzione straordinaria connessa all’attività del soggetto beneficiario, nel limite massimo del 30% (trenta per cento) del programma di spesa;
  2. macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica;
  3. programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della telecomunicazione (TIC) connessi alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  4. spese relative al capitale circolante inerente allo svolgimento dell’attività d’impresa nella misura massima del 20% (venti per cento) del programma di spesa; sono ammissibili le spese per materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti, utenze e canoni di locazione per immobili, eventuali canoni di leasing, acquisizione di garanzie assicurative funzionali all’attività finanziata.

Non sono ammissibili le spese di progettazione, le consulenze e quelle relative al costo del personale dipendente. Tutte le spese sono ammissibili al netto di IVA, ad eccezione dei casi in cui l’IVA rappresenti un costo non recuperabile (es. soggetti in regime “forfettario”).

Entità e forma dell’agevolazione

Ciascun soggetto richiedente, in possesso dei requisiti di accesso, può presentare un programma di investimento fino ad un massimo di 50.000 euro, elevato a 60.000 in caso di ditta individuale. Nel caso in cui l’istanza sia presentata da più soggetti, già costituiti o che intendano costituirsi in forma societaria, l’importo massimo del programma di investimento ammissibile è pari a 50.000 euro per ciascun soggetto in possesso dei requisiti di accesso, fino ad un ammontare massimo complessivo di 200.000 euro.

Le agevolazioni, a copertura del cento per cento delle spese ammissibili, sono così articolate:

  • 50% (cinquanta per cento) come contributo a fondo perduto erogato da Invitalia S.p.A.;
  • 50% (cinquanta per cento) sotto forma di finanziamento bancario, concesso da istituti di credito convenzionati, assistito da un contributo in conto interessi erogato da Invitalia S.p.A. e dalla garanzia prestata dal Fondo di Garanzia per le PMI.

Il finanziamento bancario ha una durata massima di otto anni, di cui i primi due anni di pre-ammortamento (la restituzione inizia a partire dal terzo anno).

Scadenza

E’ possibile presentare domanda di agevolazione a partire dal 15.01.2018 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Contattaci per ulteriori informazioni sulla misura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.